Riservata

Comune di: Casalciprano (CB)

  • Indirizzo: Via V. Veneto 26
  • C.A.P.: 86010
  • Prefisso telefonico: 0874
  • Telefono:
  • E.mail: comunecasalciprano@libero.it
  • Pec: comune.casalciprano@pec.it
  • Internet: www.comune.casalciprano.cb.it
  • Nome Abbitanti: casalcipranesi
  • Santo Patrono: San Cristanziano - 13 maggio
  • Primo Cittadino: Sindaco Eliseo Castelli
  • 41.578888888, lng: 14.528055554
  • Superficie: 19.07 Kmq
  • Altitudine s.l.m.: 658 mt
  • Abitanti: 571
  • Densità: 29.942,32 ab./Kmq
  • Codice ISTAT: 070012
  • Codice catasto: B871
  • Comune Montano: Totalmente montano
  • Sole Sorge : 05:28:50
  • Sole Tramonta : 20:40:05
  • Distanza da

Descrizione

Comune montano di origine medievale che ha mantenuto nel tempo il suo aspetto rurale e fonda la sua economia prevalentemente sull'attività agricola.

Si tratta di un comune abbastanza concentrato: i casalcipranesi, caratterizzati da un indice di vecchiaia elevato, abitano infatti il centro storico e le uniche altre due località di Masserie Tedeschi e Valli.

Il territorio si presenta ondulato, dal profilo vario ma non aspro: morbidi rilievi e modeste depressioni si susseguono in un armonico alternarsi.

L'abitato è in collina e degrada dolcemente espandendosi verso la pianura attraversata dal fiume Biferno e dal Cameli, suo affluente.

Il centro storico, arroccato intorno alla chiesa che lo domina, ha conservato le caratteristiche medievali.

Lo stemma, concesso con Decreto Regio, richiama il toponimo: vi figura un casale con un sole splendente.

 

Localizzazione

Si trova alla sinistra dell'alto corso del fiume Biferno, fra i confini dei comuni di Castropignano, Torella del Sannio, Frosolone, Sant'Elena Sannita, Spinete e Busso.

E' attraversata dalla viabilità provinciale ma a soli quattro chilometri corre il tracciato della strada statale 647 Fondo valle del Biferno, che unisce Boiano al mare Adriatico.

L'Autostrada del Sole A1 è piuttosto lontana: bisogna infatti percorrere 84 km per raggiungere il casello di San Vittore, verso nord, e 90 km per quello di Caianello, verso sud.

La qualità dei collegamenti è generalmente soddisfacente; buona parte del merito è da attribuire alla statale 647 che rappresenta il principale asse viario del Basso Molise e smaltisce un considerevole flusso di traffico.

La stazione ferroviaria più vicina, posta lungo la linea Campobasso-Vairano, dista 18 Km.

I collegamenti aerei avvengono tramite l'aeroporto di riferimento posto a 150 km ma per i voli intercontinentali ci si serve dello scalo "L.

da Vinci" di Roma/Fiumicino che dista 250 km.

Il porto si trova a 155Km.

Fa parte della Comunità montana "Molise Centrale"; gravita verso Campobasso.

 

Storia

L'etimologia del suo nome non è chiara: probabilmente il "casale" fu detto "di Cipriano" dal nome del proprietario feudale.

Le prime notizie sul comune risalgono al 1457 e ne attribuiscono i diritti feudali ad Andrea d'Evoli, il cui successore lo vendette ai Mazzacane; da questi passò alla famiglia de Raho.

I de Raho, di origine longobarda, vi dominarono per un secolo, dal 1648 al 1750 circa, anno in cui il feudo passò alla famiglia Brancia di Mirabello, che ne ebbe il possesso per circa dieci anni; da questi la proprietà passò ai De Leto e poi ai di Palma, che la tennero fino all'eversione feudale.

Secondo le cronache nel 1764 il comune fu colpito da una terribile carestia e la popolazione si vide costretta a cibarsi di tutto, persino di serpenti e ossa; nel 1906 il terremoto la danneggiò gravemente.

A distinguersi nel patrimonio artistico e storico è soprattutto l'architettura sacra: meritano di essere ricordate la chiesa del SS.

Salvatore, di origine antichissima; S.

Maria del Giardino; la SS.

Annunziata, che appartenne alla famiglia Santangelo di Busso.

L'andamento demografico è in calo fin dall'inizio del secolo; a causa della crisi economica ci sono state emigrazioni verso gli Stati Uniti d'America in vari periodi.

 

Economia

Il sistema degli uffici e servizi pubblici è ridotto all'essenziale: oltre agli uffici comunali e postali non v'è praticamente altro; gli impianti sportivi consentono la pratica del tennis e del calcio nonché il gioco delle bocce; le strutture sanitarie constano di una farmacia e dell'ambulatorio comunale.

Le strutture scolastiche permettono comunque di frequentare le classi dell'obbligo, il che evita, almeno ai più giovani, il disagio del pendolarismo.

La stessa fortuna non arride purtroppo ai lavoratori: la struttura economica della comunità è infatti assai modesta e ancora basata in larghissima parte sull'agricoltura, praticata con tecniche tradizionali, e sulla zootecnia; si producono soprattutto cereali, ortaggi, olive e uva che danno luogo ad una modesta produzione di vino ed olio.

L'industria è poco rappresentata, il commercio soddisfa le esigenze primarie della popolazione che conduce una vita assai tranquilla ed appartata.

Modeste anche le strutture ricettive, recentemente arricchitesi con l'allestimento di un'area attrezzata per il tempo libero; Campobasso e Boiano distano tuttavia appena una ventina di chilometri e ciò contiene l'isolamento della comunità entro limiti più che accettabili.

 

Relazioni

Le relazioni di dipendenza economica dai centri vicini caratterizzano la realtà quotidiana del comune.

L'attaccamento alla tradizione religiosa contadina si riflette nel folclore locale, che costituisce uno dei principali motivi di attrazione dall'esterno: nel mese di novembre si celebra la festa del Ringraziamento, con sfilata di trattori addobbati e offerte di prodotti alimentari durante la funzione religiosa; i falò e le "maitunate" (canti augurali) riempiono il giorno di capodanno, mentre a carnevale resiste la tradizione del gioco della ruzzola (ruota di legno di piccolo diametro lanciata a mano o per mezzo di una corda detta zagaglia).

La festa del Patrono S.

Cristanziano ricorre il 13 maggio, con la celebrazione di riti religiosi a protezione del raccolto.

Carto-Guida Parchi, Mare e Montagna
Attrattive Naturali, Boschi, Monti, Oasi, Parchi, Riserve, Fiumi, Laghi, Itinerari Naturalistici, Mare, Stazioni Sciistiche

Carto-Guida Cultura e Arte
Siti Archeologici, Castelli, Torri, Palazzi, Borghi, Musei, Monumenti, Chiese, Abbazie, Cattedrali

Carta Turistica
Cartina Turistica del Molise