Riservata

Comune di: Cercemaggiore (CB)

  • Indirizzo: Via Roma 247
  • C.A.P.: 86012
  • Prefisso telefonico: 0874
  • Telefono:
  • E.mail: sindaco@comune.cercemaggiore.cb.it
  • Pec: comune.cercemaggiorecb@legalmail.it
  • Internet: www.comune.cercemaggiore.cb.it
  • Nome Abbitanti: cercesi
  • Santo Patrono: San Vincenzo - 11 settembre
  • Primo Cittadino: Sindaco Vincenza Testa
  • 41.46, lng: 14.721666666
  • Superficie: 56.91 Kmq
  • Altitudine s.l.m.: 930 mt
  • Abitanti: 3.927
  • Densità: 69,00 ab./Kmq
  • Codice ISTAT: 070017
  • Codice catasto: C486
  • Comune Montano: Totalmente montano
  • Sole Sorge : 06:16:46
  • Sole Tramonta : 19:51:27
  • Distanza da

Descrizione

Centro agricolo montano, di origine medievale.

La comunità dei cercesi, caratterizzata da un indice di vecchiaia nella media, vive nel capoluogo comunale e nelle località di Barrea, Cacerno, Canale, Capoiaccio, Caselvatico, Castagna, Catrocca, Cicco di Toro, Convento, Coppari, Coste Crugnale, Cupa del Medico, Di Florio, Fasani, Fonte Casale, Fonte dei Serpi, Fonte di Tonno, Fonte la Noce, Fonte Senigallia, Galardi, Macchie, Marcantonio, Martinelli, Migliarese, Monti, Nardoni, Pantanello, Paoletta, Pescocupo, Pesco Morello, Pesco Strascino, Petroccolo, Piana Altare, Piana d'Olmo, Piscero, Ponte Cinque Archi, Quartarella, Riglioni, Rocca, San Marco, San Vito, Selvafranca, Selvapiana, Sterpara del Piano, Torre, Vallazza, Veticone, Vicenna.

L'area di Selvapiana è in contestazione con il comune di Castelpagano (BN).

Il centro abitato, arroccato su una collina, degrada dolcemente verso la valle; nel centro storico le abitazioni conservano i tipi architettonici originari pur presentandosi in buono stato di manutenzione.

Il territorio, dal profilo vario e ondulato, è costituito da un alternarsi di colline e vallate; il paesaggio è dominato dal monte Saraceno che rappresenta la vetta più alta del comprensorio.

Il clima è quello proprio delle zone montane, caratterizzato da inverni freddi ed estati temperate.

Lo stemma raffigura una quercia, incorniciata in foglie di acanto e sormontata da una corona.

 

Localizzazione

Si trova sul versante sinistro dell'alto corso del fiume Tàmmaro.

A 14 chilometri corre il nuovo tracciato a scorrimento veloce della statale 87 Sannitica; da questo una strada provinciale conduce all'abitato.

Ha accesso all'autostrada A16 Napoli-Canosa attraverso il casello di Benevento, distante 67 km, e all'Autostrada del Sole A1 attraverso i caselli di San Vittore, in direzione nord, distante 96 km, e di Caianello, verso sud, a 102 km.

Non direttamente servita dai collegamenti ferroviari, si serve della stazione più vicina, posta a 13 km di distanza lungo la linea Campobasso-Benevento.

Per i collegamenti aerei ci si serve dello scalo di riferimento, distante 137 km, o dell'aeroporto intercontinentale "L.

da Vinci" di Roma/Fiumicino posto a 262 km; il traffico marittimo fa capo al porto mercantile, distante 142 km.

Fa parte della Comunità montana "Matese".

Per i servizi burocratico-amministrativi e per l'istruzione di secondo grado gravita verso Campobasso.

 

Storia

Il ritrovamento di reperti litici in prossimità delle "grotte delle Fate" dimostra la presenza umana in età preistorica; la zona fu certamente teatro di un insediamento sannitico, di cui resta una fortificazione sul monte Saraceno.

Nel IX secolo fu assalita e distrutta dai saraceni, ma se ne trova nuovamente traccia nel XII secolo con il nome di Quercus Maior o Cerza Maior; nell'evoluzione del toponimo avrebbe un ruolo anche l'influenza araba, particolarmente con il termine "cerce", sinonimo di roccia.

Sotto Ferdinando d'Aragona il feudo appartenne al contado di Molise; successivamente ne furono titolari, tra gli altri, i Carafa e i Caracciolo.

Nel patrimonio storico e architettonico, oltre alle già ricordate armi litiche delle grotte delle Fate e alle strutture difensive sannitiche, spiccano: il borgo medievale di Caselvatico; il santuario di Santa Maria della Libera, con l'annesso convento, edificato intorno al 1400; la chiesa medievale di Santa Maria del Monte.

 

Economia

La rete dei servizi ed uffici pubblici si presenta piuttosto articolata: vi si trovano gli uffici comunali ordinari e quelli postali, una sezione dell'ufficio provinciale del lavoro, una stazione dei carabinieri, una casa cantoniera dell'Ente per le risorse idriche del Molise.

Nelle strutture locali si frequentano tutte le classi della scuola dell'obbligo; il servizio sanitario mette a disposizione la guardia medica, un poliambulatorio ed una farmacia; un orfanotrofio (presenza rara per un comune di queste dimensioni) completa il quadro dei servizi disponibili.

Le strutture ricettive sono nella media, così come gli esercizi di ristoro e per il commercio; gli impianti sportivi consentono, oltre al gioco delle bocce, il tiro al piattello e la pratica del calcio, del tennis, e del basket.

La comunità, che conduce una vita tranquilla, trae il proprio sostentamento soprattutto dall'agricoltura, che offre cereali, olive, uva e ortaggi, e dalle attività ad essa collegate, quali la produzione olearia e quella vinicola.

L'attività industriale è modesta e le imprese operanti nei settori edile, tessile e della falegnameria non riescono ad assorbire tutta la manodopera locale; il fenomeno del pendolarismo verso il capoluogo regionale ed i maggiori centri vicini non è così del tutto scongiurato.

 

Relazioni

La tranquillità che caratterizza questa parte della regione è apprezzata dagli amanti del relax e della natura; un modesto flusso turistico trova la sua ragione nella visita del convento domenicano della Libera e nella partecipazione ai riti folcloristici tradizionali.

Tra questi spiccano il presepe vivente, allestito in piazza dopo la messa di mezzanotte, e soprattutto la processione del Giovedì Santo che si snoda dall'abitato fino al santuario della Libera.

Il Patrono, S.

Vincenzo, si festeggia l'11 settembre con manifestazioni religiose e tradizionali.

Carto-Guida Parchi, Mare e Montagna
Attrattive Naturali, Boschi, Monti, Oasi, Parchi, Riserve, Fiumi, Laghi, Itinerari Naturalistici, Mare, Stazioni Sciistiche

Carto-Guida Cultura e Arte
Siti Archeologici, Castelli, Torri, Palazzi, Borghi, Musei, Monumenti, Chiese, Abbazie, Cattedrali

Carta Turistica
Cartina Turistica del Molise