Riservata

Comune di: Colletorto (CB)

  • Indirizzo: Largo Verdi 10
  • C.A.P.: 86044
  • Prefisso telefonico: 0874
  • Telefono:
  • E.mail: mucciaccio@unimol.it
  • Pec: comunecolletorto@postecert.it
  • Internet: www.comune.colletorto.cb.it
  • Nome Abbitanti: colletortesi
  • Santo Patrono: San Giovanni - 29 agosto
  • Primo Cittadino: Sindaco SindacoCarlo De Simone
  • 41.663333333, lng: 14.969999999
  • Superficie: 35.91 Kmq
  • Altitudine s.l.m.: 515 mt
  • Abitanti: 2.087
  • Densità: 58,12 ab./Kmq
  • Codice ISTAT: 070021
  • Codice catasto: C875
  • Comune Montano: Parzialmente montano
  • Sole Sorge : 07:18:37
  • Sole Tramonta : 18:11:00
  • Distanza da

Descrizione

Comune agricolo collinare di origine medievale.

La comunità dei colletortesi, caratterizzata da un indice di vecchiaia elevato, è concentrata tutta nel capoluogo comunale, che conserva le caratteristiche architettoniche originarie soprattutto nell'aspetto delle abitazioni, strette le une alle altre, sovrastate dalla torre medievale e dalla chiesa; nella cerchia esterna alle mura le case sono più moderne e nella zona di nuova espansione sorgono anche palazzine condominiali.

Il centro abitato è posto su un colle e si affaccia sulla valle del Fortore, degradando dolcemente, con un ampio panorama sulla vallata circondata di monti, il più alto dei quali è il Colle Crocella (739 m).

Il profilo del territorio è abbastanza dolce: colli e vallate si rincorrono a perdita d'occhio tra il verde dei campi coltivati e i tratti sassosi e impervi delle zone incolte.

Il clima ha le caratteristiche collinari: inverni miti, estati fresche.

Lo stemma, concesso con Decreto del Presidente della Repubblica, raffigura una lampada azzurra che sprigiona una fiamma rossa, il tutto in campo d'oro.

 

Localizzazione

Si trova nel Molise orientale, a nord del lago di Occhito, sul versante sinistro del medio corso del fiume Fortore che segna per un buon tratto il confine con la Puglia.

La viabilità provinciale la collega alla statale 376 dei Tre Titoli in prossimità di Bonefro e ai comuni pugliesi del versante orientale dei Monti della Daunia.

I caselli di Termoli-Molise, a 50 km, e di San Severo, a 52 km, danno accesso all'Autostrada A14 Adriatica rispettivamente verso nord e verso sud; non direttamente servita dalla ferrovia, ha la stazione di Bonefro-Santa Croce a 17 km, lungo la linea Campobasso-Termoli, nel teritorio del comune di Casacalenda.

L'aeroporto più vicino dista 154 km, ma una maggiore varietà di collegamenti nazionali ed internazionali è offerta dallo scalo di Napoli/Capodichino, a 190 km; il traffico marittimo fa capo al porto commerciale più vicino, posto a 157 km e al meglio attrezzato terminale di Napoli (a 195 km) o al porto turistico distante 54 km.

Fa parte della Comunità montana "Fortore Molisano".

Gravita verso Larino e Campobasso per le strutture burocratico-amministrative, i servizi non disponibili sul posto e l'istruzione di secondo grado.

 

Storia

Nella provincia è uno dei comuni di più recente fondazione; la sua origine risale infatti al XIII secolo, ed è citato nei Regesti Angioini del 1320 col nome " Collis Tortus" o anche "Collis fortis".

La regina Giovanna I vi fece costruire una torre sulle mura, per rafforzarle, come risulta dalla sua insegna in marmo posta sulla torre stessa; un sistema difensivo interessava del resto tutto il corso del fiume Fortore.

In epoca feudale i possedimenti passarono di mano, per vendita o eredità, conoscendo numerosi proprietari; tra le famiglie che vi esercitarono i diritti figurano i Boccapianola, i Capece, i marchesi Rota e i Pignatelli, che vi dominarono fino all'estinzione del feudalesimo.

Tra i monumenti di maggiore importanza si segnalano: la torre della regina Giovanna, di epoca angioina, che si eleva di fronte alla chiesa parrocchiale, molto ben conservata; il palazzo marchesale, attiguo alla torre, edificato dalla famiglia Rota; la chiesa di S.

Giovanni Battista; la chiesa di Santa Maria del Carmine, che apparteneva ad un piccolo convento di carmelitani.

 

Economia

Il sistema degli uffici e dei servizi pubblici è assai semplice: vi sono gli uffici comunali ordinari, quelli postali e una stazione dei carabinieri.

Nelle strutture locali si possono frequentare le classi della scuola dell'obbligo ed il servizio sanitario mette a disposizione l'ambulatorio comunale e la farmacia.

Oltre all'immancabile campo di calcio, una palestra polivalente permette agli sportivi la pratica del basket e della pallavolo.

Mancano strutture idonee alla promozione e diffusione della cultura e le strutture ricettive si limitano agli esercizi di ristorazione.

La popolazione trae il proprio sostentamento soprattutto dall'agricoltura, che produce cereali, uva e olive, e dalle attività connesse, quali la produzione oleovinicola o il commercio dei prodotti agricoli.

Non si è sviluppato un tessuto industriale solido ed articolato ma ciò non ha impedito il raggiungimento di livelli di reddito tali da giustificare la presenza di uno sportello bancario.

La rete distributiva e commerciale non presenta aspetti di rilievo e soddisfa le esigenze degli abitanti.

 

Relazioni

Intense le relazioni con centri vicini per soddisfare le esigenze di lavoro e di studio; il comune però è a sua volta in grado di attrarre visitatori in cerca di relax e di evasione nell'ambiente gradevole e dalle indiscusse qualità paesaggistiche.

La vicinanza del lago di Occhito, la cornice dei Monti della Daunia, l'asprezza a tratti struggente della campagna non possono non essere apprezzate dagli amanti della natura.

Un modesto turismo venatorio si affianca ai cultori del folclore; la tradizione locale è infatti tenuta viva in occasione del carnevale e delle ricorrenze religiose di S.

Teodoro in giugno, della Madonna di Loreto in luglio e di S.

Rocco a ferragosto, con processioni e fiaccolate cui si accompagnano manifestazioni di piazza e fiere di merci varie.

La festa del Patrono S.

Giovanni Battista si celebra il 29 agosto ed è una delle più care alla comunità.

Carto-Guida Parchi, Mare e Montagna
Attrattive Naturali, Boschi, Monti, Oasi, Parchi, Riserve, Fiumi, Laghi, Itinerari Naturalistici, Mare, Stazioni Sciistiche

Carto-Guida Cultura e Arte
Siti Archeologici, Castelli, Torri, Palazzi, Borghi, Musei, Monumenti, Chiese, Abbazie, Cattedrali

Carta Turistica
Cartina Turistica del Molise