Riservata

Comune di: Ferrazzano (CB)

  • Indirizzo: Piazza Vincenzo Spensieri 19
  • C.A.P.: 86010
  • Prefisso telefonico: 0874
  • Telefono:
  • E.mail: ferrazzano@tin.it
  • Pec: comune.ferrazzanocb@legalmail.it
  • Internet: www.comune.ferrazzano.cb.it
  • Nome Abbitanti: ferrazzanesi
  • Santo Patrono: Sant'Antonio - 13 giugno
  • Primo Cittadino: Sindaco Antonio Cerio
  • 41.529999999, lng: 14.671666666
  • Superficie: 16.77 Kmq
  • Altitudine s.l.m.: 872 mt
  • Abitanti: 3.287
  • Densità: 196,00 ab./Kmq
  • Codice ISTAT: 070023
  • Codice catasto: D550
  • Comune Montano: Totalmente montano
  • Sole Sorge : 06:16:51
  • Sole Tramonta : 19:51:45
  • Distanza da

Descrizione

Comune montano, agricolo e industriale, di origine medievale.

La comunità dei ferrazzanesi, caratterizzata da un indice di vecchiaia inferiore alla media, è distribuita nel capoluogo comunale e nelle località di Mimosa-Poggio Verde e Nuova Comunità.

L'abitato è arroccato su un colle roccioso, ricoperto di pini, da cui si gode un panorama ampio e aperto sulla vallata del Fortore.

Il centro storico ha conservato le caratteristiche architettoniche primitive: vie strette e spesso pavimentate in pietra, vecchie case, raccolte intorno alla chiesa, anch'esse realizzate in pietra.

La cerchia esterna è caratterizzata da abitazioni più moderne e la zona di nuova espansione da palazzi anche condominiali.

Nella campagna si trovano anche abitazioni coloniche.

Il territorio è piuttosto aspro, fatto di rilievi interrotti da vallate verdeggianti ma nessuno di essi raggiunge altezze rilevanti.

Il clima è tipicamente montano: inverni freddi, estati temperate.

Lo stemma raffigura una fortezza a tre torri; una lista bifida reca la scritta "munita resistit".

 

Localizzazione

Posta su un colle, alla sinistra dell'alto corso del fiume Tappino, affluente del Fortore, è raggiungibile dalla vicinissima Campobasso per mezzo della viabilità provinciale; dal capoluogo regionale accede poi al sistema viario che mette in comunicazione con la Puglia, la Campania, il litorale adriatico e la provincia di Isernia.

I caselli di San Vittore, a 93 km, e di Caianello, a 99 km, danno accesso all'Autostrada del Sole A1 rispettivamente verso nord e verso sud.

La qualità dei collegamenti è più che soddisfacente, quasi mai disturbata dalle condizioni meteorologiche.

La stazione ferroviaria di riferimento, a soli 4 km, è crocevia delle linee Campobasso-Vairano, Campobasso-Termoli e Campobasso-Benevento.

Per i collegamenti aerei ci si serve dello scalo posto a 159 km o dell'aeroporto intercontinentale "L.

da Vinci" di Roma/Fiumicino che dista 259 km; il porto dista 164 Km.

Fa parte della Comunità montana "Molise Centrale".

Gravita verso Campobasso per i servizi, le strutture burocratico-amministrative e l'istruzione di secondo grado.

 

Storia

C'è chi la identifica con l'antica "Ferentinum" di cui parla Livio; secondo la tesi più attendibile avrebbe invece origini longobarde.

Il toponimo deriva infatti dalla radice "fara" di origine germanica che significa generazione, discendenza.

Le leggi longobarde permettevano a chiunque lo desiderasse di emigrare con la sua discendenza: è quindi probabile che il centro abitato sia stato fondato da una tribù germanica emigrata nella zona.

Conosciuto nel XIV secolo come "Castrum Faraczani", il territorio appartenne al ducato di Benevento, poi al castaldato di Boiano e in ultimo alla contea di Molise.

Dal XII secolo fino all'estinzione del feudalesimo i possedimenti, per successione ereditaria o per compravendita, passarono ripetutamente di mano: vi si sucedettero quindi diverse famiglie feudali tra cui si ricordano i Maffei, i Di Sangro, i Luparia, i Santangelo, i Caldora, i Carafa e in ultimo i Petitti.

Tra i monumenti di maggiore rilievo: il castello dei Carafa e la Chiesa di Santa Maria Vergine Assunta.

 

Economia

La vicinanza di un centro vivace e dalla struttura completa come Campobasso non ha certo favorito la crescita della struttura interna e l'istituzione di uffici o servizi sul posto: vi si trovano così i normali uffici comunali e postali; nelle strutture scolastiche presenti si possono frequentare tutte le classi dell'istruzione obbligatoria ed i servizi socio-sanitari consistono in una farmacia ed in una cooperativa di solidarietà sociale.

Associazioni appositamente costituite si occupano della promozione culturale e del recupero delle tradizioni locali.

Negli impianti sportivi disponibili si praticano calcio, basket, tennis, ciclismo, nuoto; discreta la dotazione di strutture ricettive che consentono anche il soggiorno.

La comunità, che conduce una vita in equilibrio tra l'apertura al nuovo ed il legame con la tradizione, trae sostentamento da una struttura economica che presenta i segni di una trasformazione non ancora del tutto compiuta: l'agricoltura produce frumento, olive, uva ed ortaggi e dà alimento alle attività dell'indotto, dalla produzione oleovinicola al commercio dei prodotti agricoli; un tessuto industriale ricco e composito non si è ancora affermato ma negli ultimi anni nuove imprese hanno fatto la loro comparsa, particolarmente nel settore edile, assecondando l'espansione edilizia condizionata dalla vicinanza del capoluogo regionale.

Questa ha esercitato influssi benefici anche sulla rete commerciale, più che adeguata alle esigenze degli abitanti e recentemente apertasi anche alla grande distribuzione.

 

Relazioni

Appuntamenti importanti come il "Ferrazzano Festival" (manifestazione estiva che raccoglie in un calendario lungo due mesi arte, cultura e spettacolo di alto livello) richiamano visitatori anche dalle regioni limitrofe.

Come negli altri comuni della regione, le ricorrenze religiose si sposano alle manifestazioni folcloristiche offrendo agli amanti della tradizione occasioni di autentico divertimento: è così durante il periodo invernale con la Sagra delle Maitunate (canti augurali del periodo natalizio), in marzo con lo "Strumlo" (gara di trottole antiche) e con il gioco della "Pignata", in occasione della Settimana Santa con i riti della Pasqua.

La festa del Patrono Sant'Antonio si celebra il 13 giugno.

Carto-Guida Parchi, Mare e Montagna
Attrattive Naturali, Boschi, Monti, Oasi, Parchi, Riserve, Fiumi, Laghi, Itinerari Naturalistici, Mare, Stazioni Sciistiche

Carto-Guida Cultura e Arte
Siti Archeologici, Castelli, Torri, Palazzi, Borghi, Musei, Monumenti, Chiese, Abbazie, Cattedrali

Carta Turistica
Cartina Turistica del Molise