Riservata

Comune di: Fossalto (CB)

  • Indirizzo: Piazza Roma 93
  • C.A.P.: 86020
  • Prefisso telefonico: 0874
  • Telefono:
  • E.mail: fossalto@tiscalinet.it
  • Pec: comune.fossaltocb@legalmail.it
  • Internet: www.comune.fossalto.cb.it
  • Nome Abbitanti: fossaltesi
  • Santo Patrono: San Nicola - 9 maggio
  • Primo Cittadino: Sindaco Nicola Giovanni Manocchio
  • 41.672222221, lng: 14.544999999
  • Superficie: 28.33 Kmq
  • Altitudine s.l.m.: 511 mt
  • Abitanti: 1.480
  • Densità: 52,24 ab./Kmq
  • Codice ISTAT: 070024
  • Codice catasto: D737
  • Comune Montano: Totalmente montano
  • Sole Sorge : 05:28:26
  • Sole Tramonta : 20:40:20
  • Distanza da

Descrizione

Comune agricolo montano di origine medievale.

La comunità dei fossaltesi, caratterizzata da un indice di vecchiaia elevato, è distribuita nel capoluogo comunale e nella località di Sant'Agnese, posta a circa tre chilometri dal centro e costituita in prevalenza da case coloniche.

Il centro abitato è situato su un rilievo contenuto in una vallata stretta, con il centro storico caratterizzato da abitazioni degradanti dolcemente verso la zona più pianeggiante, mentre la zona di nuovo insediamento è costituita da abitazioni più moderne, che contrastano fortemente con le altre.

Il territorio è vario e ondulato: colline e avvallamenti si rincorrono creando un armonico insieme immerso nel verde, circondato da modesti rilievi, con ampia veduta sulla vallata del Biferno.

Il clima è mite, soprattutto in inverno, perchè condizionato dalla posizione della zona, protetta dai rilievi circostanti.

Nello stemma, concesso con Decreto del Presidente della Repubblica, figurano una torre quadrata sormontata da tre stelle a cinque raggi ed un fiume, il tutto in campo argenteo.

 

Localizzazione

Si trova su un'altura nel vallone del fiume Cese, tributario di sinistra del medio corso del Biferno.

A circa cinque chilometri corre il tracciato della strada statale 647 Fondo valle del Biferno, che consente rapidi collegamenti con il capoluogo regionale e con il litorale adriatico.

I caselli di San Vittore, a 93 km, e di Caianello, a 99 km, danno accesso all'Autostrada del Sole A1, rispettivamente verso nord e verso sud; più vicino il casello di Termoli-Molise dell'A14 Adriatica, che dista 64 km.

Non ci sono collegamenti ferroviari diretti: la stazione più vicina, lungo la linea Campobasso-Termoli, dista 19 km.

Per i collegamenti aerei ci si serve dello scalo posto a 159 km o dell'aeroporto intercontinentale "L.

da Vinci" di Roma/Fiumicino, distante 259 km; 164 km la separano dal porto mercantile.

Fa parte della comunità montana "Trigno-Medio Biferno".

Per le strutture burocratico-amministrative gravita verso Campobasso.

 

Storia

Il toponimo in origine era "Fossaceca"; nel XII secolo si chiamava "Santa Maria di Fossaseca" e anche "Santa Maria della Fossa".

Questi nomi chiaramente richiamano alla mente la posizione geografica del comune, chiuso in una vallata (fossa, appunto).

Nel 1863 il comune fu autorizzato a cambiare il toponimo nell'attuale, anche per distinguersi da altri due comuni: Fossaseca in provincia di Chieti (oggi Fossacesia) e Fossaseca in provincia di Caserta (l'attuale Fontegreca).

Le notizie più antiche risalgono all'epoca angioina (1269), quando Carlo I D'Angiò diede il feudo a Guglielmo Stendardo, Gran Contestabile del regno.

Da quell'epoca e fino alla decadenza del feudalesimo appartenne a varie famiglie tra le quali i Sanfromondo, i Di Capua, i Leonessa, i Carafa e infine i Mascione.

Tra i monumenti meritano di essere segnalati il palazzo baronale dei Mascione, posto sulla cima del colle; la chiesa di Santa Maria Assunta; la chiesa di Sant'Antonio di Padova; la chiesa di Sant'Agnese, di proprietà dei Mascione, che si trova sulla collina nel centro omonimo.

 

Economia

Il sistema degli uffici e dei servizi pubblici non presenta particolarità degne di nota; vi si trovano i normali uffici comunali e postali ma non la stazione dei carabinieri e ciò fa del sindaco l'unica autorità di pubblica sicurezza.

Le strutture scolastiche consentono di frequentare le classi dell'obbligo; i servizi sanitari consistono in un ambulatorio comunale e in una farmacia.

Non si rilevano strutture idonee alla promozione culturale quali biblioteche o musei, il che rende tanto più apprezzabile lo sforzo della Pro Loco che fa del suo meglio per recuperare e mantenere la tradizione locale.

Gli impianti sportivi permettono la pratica del calcio e del tennis, mentre mancano strutture ricettive destinate al soggiorno.

La principale fonte di reddito è rappresentata dall'agricoltura, che offre cereali, olio, vino e ortaggi e dalle attività ad essa collegate, quali la trasformazione alimentare ed il commercio dei prodotti agricoli.

L'apporto dell'industria è assai scarso, ed il terziario non garantisce il raggiungimento di pieni livelli occupazionali.

Il pendolarismo è dunque un fenomeno abituale, per motivi sia di studio che di lavoro.

Relazioni

La comunità deve così intessere strette relazioni con i comuni vicini per ragioni essenzialmente economiche e amministrative; ha comunque dalla sua innegabili risorse ambientali e paesaggistiche in grado di attrarre sia il turismo venatorio che gli amanti delle escursioni o del folclore.

Gli appuntamenti principali che raccolgono la comunità in riti tradizionali sono la festa della "pagliara" in maggio e la festa di Sant'Agnese la prima domenica di giugno; la prima consiste in un rito che risale alla tradizione contadina: un uomo si introduce in una struttura conica, ad imitazione di un pagliaio (la "pagliara", appunto) e gira per il paese augurando prosperità nei raccolti.

Le celebrazioni per Sant'Agnese hanno invece connotati più spiccatamente religiosi, si svolgono nella chiesetta dedicata alla Santa nell'omonima località e si concludono con una processione.

Il Patrono S.

Nicola di Bari si festeggia il 9 maggio.

Carto-Guida Parchi, Mare e Montagna
Attrattive Naturali, Boschi, Monti, Oasi, Parchi, Riserve, Fiumi, Laghi, Itinerari Naturalistici, Mare, Stazioni Sciistiche

Carto-Guida Cultura e Arte
Siti Archeologici, Castelli, Torri, Palazzi, Borghi, Musei, Monumenti, Chiese, Abbazie, Cattedrali

Carta Turistica
Cartina Turistica del Molise