Riservata

Comune di: Limosano (CB)

  • Indirizzo: Piazza Vittorio Emanuele 7
  • C.A.P.: 86022
  • Prefisso telefonico: 0874
  • Telefono:
  • E.mail: comunelimosano@hotmail.com
  • Pec: comunelimosano.cb@postecert.it
  • Internet: www.comune.limosano.cb.it
  • Nome Abbitanti: limosanesi
  • Santo Patrono: San Ludovico - 19 agosto
  • Primo Cittadino: Sindaco Angela Amoroso
  • 41.674999999, lng: 14.621388888
  • Superficie: 28.27 Kmq
  • Altitudine s.l.m.: 617 mt
  • Abitanti: 826
  • Densità: 29.218,25 ab./Kmq
  • Codice ISTAT: 070032
  • Codice catasto: E599
  • Comune Montano: Totalmente montano
  • Sole Sorge : 07:21:46
  • Sole Tramonta : 16:32:06
  • Distanza da

Descrizione

Comune agricolo montano di origine medievale, che si fregia del titolo di città.

La comunità dei limosanesi, caratterizzata da un indice di vecchiaia piuttosto alto, è concentrata tutta nel capoluogo comunale, distribuito sulle falde di un monte e degradante dolcemente verso la vallata del Biferno.

Il centro storico è caratterizzato da abitazioni arroccate intorno alla chiesa, più vecchie mentre all'esterno della cinta muraria le abitazioni sono più moderne e spesso condominiali.

Il territorio ha un profilo vario e ondulato: alterna vallate e colline in un ritmo gradevole.

Il paesaggio offre un'ampia veduta sulla vallata ricca di querce, di vigneti e di campi coltivati.

Il clima ha le caratteristiche proprie di quello montano: inverni rigidi ed estati fresche.

Lo stemma azzurro, di cui è stato chiesto il riconoscimento alla Presidenza del Consiglio sei Ministri, raffigura un ponte a cinque arcate ed una corona di città attraversata da un pastorale d'argento.

 

Localizzazione

Si trova alla sinistra del medio corso del fiume Biferno tra i comuni di Lucito, Montagano, Ripalimosani, Sant'Angelo Limosano e Fossalto.

E' facilmente raggiungibile per mezzo della strada statale 647 Fondo valle del Biferno, che corre a sette chilometri di distanza; da questa si diparte la statale 647 bis "Ingotte" che la mette in comunicazione con il capoluogo regionale, distante 19 km.

I caselli di San Vittore, a 100 km, e di Caianello, a 106 km, danno accesso all'Autostrada del Sole A1 rispettivamente verso nord e verso sud.

La stazione ferroviaria di Ripalimosani, lungo la linea Campobasso-Termoli, si trova a 16 km, nel territorio del comune di Campobasso.

L'aeroporto di riferimento dista 166 km ma a 266 km vi sono le strutture dello scalo intercontinentale "L.

da Vinci" di Roma/Fiumicino; il porto si trova a 171 Km.

Fa parte della Comunità montana "Trigno-Medio Biferno".

Per i servizi burocratico-amministrativi e per l'istruzione di secondo grado gravita verso Campobasso.

 

Storia

La sua origine è anteriore al X secolo: lo dimostra il fatto che il ponte che congiungeva la via Traiana-Frentana alla via Latina aveva il suo nome.

L'etimologia del toponimo non è tuttavia certa: un'ipotesi lo fa risalire a "Limen Samnii", cioè porta del Sannio, ma questa tesi sarebbe smentita dalla topografia della confederazione sannitica; un'altra ipotesi, più attendibile, lo collega a "Limus satus", cioè terra feconda.

Negli antichi documenti è chiamata "Musanum".

All'inizio dell'epoca longobarda dipese dal castaldato di Boiano prima e dalla contea di Molise poi.

Salito al trono Carlo I d'Angiò, il feudo fu assegnato ai conti di Renan; nel 1417 passò ai Gambatesa, conti di Campobasso; nel 1450 ai Pandone e nel 1495 alla famiglia di Capua.

In seguito, sia per vendita che per eredità, passò ad altre famiglie, tra le quali quella dei Venere che lo tennero fino alla fine del feudalesimo.

Nel patrimonio storico ed architettonico si distinguono l'antichissima cattedrale di Santa Maria Maggiore, di epoca medievale; il vicino palazzo signorile, costruito nella sede dell'antico castello; la chiesa di S.

Francesco d'Assisi.

L'attuale tendenza al decremento demografico risale all'inizio del secolo.

 

Economia

Il comune ospita, accanto ai normali uffici municipali e postali e una stazione dei carabinieri.

Una farmacia e l'ambulatorio comunale esauriscono i servizi sanitari a disposizione della popolazione mentre nelle strutture scolastiche locali si possono frequentare tutte le classi dell'obbligo.

Gli impianti sportivi consentono la pratica del tennis ed il gioco delle bocce e nelle campagne a circa quattro chilometri dall'abitato è stato realizzato un crossodromo per gli amanti del motociclismo più impegnativo.

Le strutture ricettive appaiono generalmente piuttosto limitate e non consentono il soggiorno.

C'è, comunque, la Pro Loco.

L'agricoltura continua a caratterizzare il quadro economico locale: si producono legname, olive, uva da tavola e da vino, frumento, ortaggi e frutta, che vengono immessi sul mercato dei prodotti agricoli o lavorati nelle attività di trasformazione alimentare che traggono materia prima anche dalla zootecnia.

L'industria, sebbene poco sviluppata, è presente nei settori dell'arredamento e dei materiali da costruzione; il terziario non offre un contributo determinante allo sviluppo economico per il raggiungimento dell'autosufficienza, almeno dal punto di vista occupazionale.

Ne risulta una condizione di dipendenza dal vicino capoluogo regionale, confermata dall'assenza di sportelli bancari.

 

Relazioni

Se si escludono le relazioni socio-economiche, all'interno delle quali è meta di un modesto pendolarismo per motivi di lavoro nelle poche industrie presenti, il comune è interessato dal rientro degli emigrati durante le ferie estive.

Il folclore locale è fatto di manifestazioni meno clamorose che altrove; esercita tuttavia un certo richiamo la fiera di merci varie che ha luogo in occasione della festa di S.

Donato, in agosto.

Il Patrono, S.

Ludovico, si festeggia il 19 agosto.

Ebbe qui i suoi natali Igino Petrone, filosofo e scrittore che appartenne all'Accademia dei Lincei.

Carto-Guida Parchi, Mare e Montagna
Attrattive Naturali, Boschi, Monti, Oasi, Parchi, Riserve, Fiumi, Laghi, Itinerari Naturalistici, Mare, Stazioni Sciistiche

Carto-Guida Cultura e Arte
Siti Archeologici, Castelli, Torri, Palazzi, Borghi, Musei, Monumenti, Chiese, Abbazie, Cattedrali

Carta Turistica
Cartina Turistica del Molise