Riservata

Comune di: Matrice (CB)

  • Indirizzo: Piazza dei Caduti 26
  • C.A.P.: 86030
  • Prefisso telefonico: 0874
  • Telefono:
  • E.mail: comunedimatrice@supereva.it
  • Pec: comune.matricecb@legalmail.it
  • Internet: www.comune.matrice.cb.it
  • Nome Abbitanti: matriciani
  • Santo Patrono: Sant'Urbano - Primo sabato maggio
  • Primo Cittadino: Sindaco Lariccia Arcangelo
  • 41.611666666, lng: 14.711388888
  • Superficie: 20.42 Kmq
  • Altitudine s.l.m.: 690 mt
  • Abitanti: 1.110
  • Densità: 54,36 ab./Kmq
  • Codice ISTAT: 070037
  • Codice catasto: F055
  • Comune Montano: Totalmente montano
  • Sole Sorge : 07:23:07
  • Sole Tramonta : 16:32:58
  • Distanza da

Descrizione

Comune agricolo montano, di origine medievale.

La comunità dei matriciani, caratterizzata da un indice di vecchia nella media, è distribuita nel capoluogo comunale e nelle località di Contrada Abbazia, Contrada Casone Pacca, Contrada Piano Casale, Contrada Scalo Ferroviario.

Il centro abitato è posto su un lievissimo pendio degradante verso la pianura; presenta nel centro storico abitazioni vecchie ma in buono stato di manutenzione, costruite secondo la tipica architettura medievale; la zona di nuova espansione, che si estende verso la vallata, è costituita da abitazioni più moderne e prevalentemente in condominio.

Le due zone sono fuse armonicamente e si inseriscono molto bene nel contesto paesaggistico.

Il territorio è montuoso nella zona settentrionale e occidentale, dove si trovano le cime più elevate, tra gli 800 ed i 900 metri; per il resto è pianeggiante.

Il paesaggio è rilassante e piacevole: circondato da colli verdeggianti, ha un'ampia veduta sulla fertile pianura.

Lo stemma, concesso con Decreto del Presidente della Repubblica, raffigura l'iniziale dorata del comune in campo azzurro.

 

Localizzazione

Situata su un pendio alla destra del torrente Fiumarello, affluente del Tappino, è raggiungibile per mezzo della strada statale 87 Sannitica, che passa a breve distanza dall'abitato.

I collegamenti con le grandi reti di traffico non sono molto agevoli: l'Autostrada del Sole A1 si imbocca ai caselli di San Vittore, a 100 km verso nord, e Caianello, a 106 km verso sud; la stazione ferroviaria, che serve anche il comune di Montagano, si trova a due chilometri dal paese, lungo la linea Campobasso-Termoli.

L'aeroporto di immediato riferimento dista 166 km ma a 266 km ci sono le strutture dello scalo intercontinentale "L.

da Vinci" di Roma/Fiumicino.

Il traffico marittimo si dirige verso il porto mercantile, distante 170 km.

Fa parte della Comunità montana "Fortore Molisano".

Per le strutture burocratico-amministrative e per l'istruzione secondaria di secondo grado gravita verso Campobasso.

 

Storia

Il ritrovamento dei resti di una villa romana è indice della presenza in quel periodo di un insediamento ubicato in una zona a monte rispetto all'area occupata dall'attuale abitato.

Le notizie storiche più remote risalgono però all'inizio del periodo angioino, quando era sotto la signoria della famiglia Luparia.

Appartenne alla famiglia Ponte e poi ai Santangelo dalla seconda metà del XIV secolo fino al 1443, anno in cui Alfonso I d'Aragona concesse il feudo al conte di Montagano.

Nel 1495 fu data in feudo ad Andrea di Capua, duca di Termoli; di quella città seguì le sorti dividendone i titolari fino al 1597.

Nel 1721 passò infine alla famiglia Pacca che vi esercitò i diritti fino all'estinzione del feudalesimo.

L'etimologia del toponimo, immutato fin dalle origini, risale a "materia" o "matrix", cioè madre, città principale, capoluogo.

Si può quindi desumerne che il comune sia stato a capo di qualche compagine feudale di cui si è persa la memoria.

Il patrimonio storico ed architettonico è piuttosto ricco e comprende, oltre ai resti della villa romana, la chiesa parrocchiale di S.

Silvestro, in cui si conservano le spoglie di Sant'Urbano martire; l'antico cenobio badiale di Santa Maria della Strada, le cui origini risalgono al XII secolo, dichiarato monumento nazionale.

 

Economia

Il sistema degli uffici e servizi pubblici è decisamente ridotto: ciò non deve sorprendere, data la vicinanza del capoluogo regionale con la sua ricca ed articolata struttura.

Il comune ospita così soltanto gli uffici municipali ordinari e quello postale.

Le strutture sanitarie si limitano alla farmacia e nelle scuole locali si frequentano le classi dell'obbligo.

Non si segnalano organizzazioni o strutture dedicate alla promozione culturale né impianti sportivi di rilievo; mancano del tutto le strutture ricettive.

La popolazione, che conduce una vita poco aperta e molto legata alle tradizioni, trae sostentamento dalle risorse della terra: cereali, olivo e vite sono le colture più diffuse e la vegetazione circostante offre prezioso legname.

Dall'agricoltura e dalla zootecnia viene la materia prima per l'attività molitoria e di trasformazione alimentare con la produzione di vino, olio e latticini.

L'industria è limitata al comparto edilizio e non basta ad assorbire la manodopera locale; anche questo, tuttavia, è un effetto della vicinanza di un tessuto economico ricco e variegato come quello di Campobasso, che accoglie quanti non trovano impiego nelle attività locali.

Questa situazione si riflette anche sul terziario, costituito dalla rete commerciale adatta al soddisfacimento delle esigenze fondamentali della comunità.

 

Relazioni

Le relazioni con i centri vicini dipendono in larga misura dalla posizione di dipendenza economica della comunità; il comune però ha risorse che ne fanno un polo di attrazione per gli amanti dell'archeologia e del folclore.

Vedono così la partecipazione di un folto pubblico la sfilata dei carri di carnevale, i riti pasquali, la sagra della porchetta in giugno, la festa della Madonna della Strada con la rituale processione, la sagra gastronomica del prosciutto e del vino e le feste di piazza settembrine per la ricorrenza di San Michele.

Il Patrono è Sant'Urbano che si festeggia il terzo fine-settimana di maggio.

Carto-Guida Parchi, Mare e Montagna
Attrattive Naturali, Boschi, Monti, Oasi, Parchi, Riserve, Fiumi, Laghi, Itinerari Naturalistici, Mare, Stazioni Sciistiche

Carto-Guida Cultura e Arte
Siti Archeologici, Castelli, Torri, Palazzi, Borghi, Musei, Monumenti, Chiese, Abbazie, Cattedrali

Carta Turistica
Cartina Turistica del Molise