Riservata

Comune di: Mirabello Sannitico (CB)

  • Indirizzo: Via Roma 101
  • C.A.P.: 86010
  • Prefisso telefonico: 0874
  • Telefono:
  • E.mail: info@comune.mirabellosannitico.cb.it
  • Pec: comune.mirabellosanniticocb@legalmail.it
  • Internet: www.comune.mirabellosannitico.cb.it
  • Nome Abbitanti: mirabellesi
  • Santo Patrono: San Giorgio - 23 aprile
  • Primo Cittadino: Sindaco Luciano Di Biase
  • 41.514444444, lng: 14.673888888
  • Superficie: 21.43 Kmq
  • Altitudine s.l.m.: 600 mt
  • Abitanti: 2.157
  • Densità: 100,65 ab./Kmq
  • Codice ISTAT: 070038
  • Codice catasto: F233
  • Comune Montano: Totalmente montano
  • Sole Sorge : 07:19:37
  • Sole Tramonta : 18:12:22
  • Distanza da

Descrizione

Comune agricolo montano di origine medievale.

I mirabellesi, caratterizzati da un indice di vecchiaia nella media, sono distribuiti nel capoluogo comunale e nella località di Contrada Piane.

Il centro abitato è situato su un colle e si espande lungo la provinciale, immergendosi nel verde della valle lambita dal fiume Tappino.

Le abitazioni del centro storico mantengono le caratteristiche architettoniche originarie: sono strette attorno alla chiesa e prevalentemente unifamiliari mentre quelle della zona di nuova espansione sono più moderne e in parte condominiali.

Il territorio, dal profilo vario e ondulato, è costituito da colline che si innalzano in una fertile pianura ricca di olivi.

Il paesaggio, vasto e pittoresco, è dominato dal monte La Rocca  (1.000 metri) e dal Monteverde (941 metri), sulle cui pendici si trovano le sorgenti che alimentano l'acquedotto di Campobasso.

Il clima è mite sia in estate che in inverno.

Nello stemma azzurro figurano tre frecce rivolte verso l'alto, legate insieme da un nastro rosso.

 

Localizzazione

Posta su un colle alla destra dell'alto corso del fiume Tappino, a sud del capoluogo regionale, è attraversata dalla viabilità provinciale che unisce le statali 375 Gildonese e 17 Appulo-Sannitica.

I caselli di San Vittore, a 86 km, e Caianello, a 92 km, danno accesso all'Autostrada del Sole A1, rispettivamente verso nord e verso sud; non servita direttamente dai collegamenti ferroviari, utilizza la stazione più vicina, distante sette chilometri, snodo delle linee Campobasso-Vairano, Campobasso-Termoli e Campobasso-Benevento.

Per i collegamenti aerei ci si serve dello scalo di riferimento, posto a 152 km, e dell'aeroporto intercontinentale "L.

da Vinci" di Roma/Fiumicino, distante 252 km; il porto si trova a 157 km.

Fa parte della Comunità montana "Fortore molisano".

Per i servizi burocratico-amministrativi e per l'istruzione di secondo grado gravita verso la vicina Campobasso.

 

Storia

Le più remote notizie storiche risalgono all'epoca longobarda, quando faceva parte della contea di Boiano; in epoca normanna e sveva appartenne alla contea di Molise.

All'inizio della monarchia angioina il feudo era per metà di proprietà di Stefano di Belcair e per l'altra metà della famiglia D'Alemagna; nel 1332 ne era signore Giovanni d'Arcuccio; in quell'epoca scoppiò una violenta contesa con Ferrazzano per il possesso del bosco delle Valli.

Dal 1400 al 1740 ne furono signori i Monforte, i Del Balzo, i De Allegrettis e i Brancia; in seguito passò ai Frangipane che la tennero fino al termine dell'età feudale.

Nel 1638 scoppiò una terribile guerra civile, ancora con Ferrazzano, per il possesso e l'uso dei mulini del Tappino; nel 1805 fu devastata dal terremoto.

L'etimologia del suo nome è controversa; di certo si sa soltanto che l'aggiunta di "sannitico" fu autorizzata nel 1863 per differenziarla da altri comuni con lo stesso nome.

Tra i monumenti spiccano la chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, di antichissima costruzione, e la chiesa di Santa Maria Annunciata fondata dalla famiglia Frangipane.

 

Economia

Il sistema degli uffici e servizi pubblici non è molto sviluppato, come normalmente accade per i comuni molto vicini ai capoluoghi o comunque a centri più sviluppati; questo comune ospita quindi i normali uffici municipali e postali ed una stazione dei carabinieri.

Le strutture scolastiche locali permettono di frequentare tutte le classi dell'obbligo mentre la farmacia ed il presidio sanitario di base costituiscono i servizi sanitari messi a disposizione della popolazione.

Scarse le strutture ricettive, limitate a pochi esercizi di ristorazione che fungono anche da centri di ritrovo; tra gli impianti sportivi si segnala invece la presenza di una pista per go-kart a breve distanza dal paese.

C'è la Pro Loco.

La comunità, che conduce una vita appartata, calma e legata alla tradizione, vive soprattutto delle risorse della terra: si coltivano cereali, olivo e vite, si produce olio e si allevano suini e specie avicole.

Scarso l'apporto degli altri settori di attività economica: l'industria ha un ruolo del tutto marginale ed il terziario non va oltre la rete distributiva adeguata al soddisfacimento delle esigenze primarie della comunità.

Anche in questo caso a frenare lo sviluppo di una struttura economica autosufficiente è la vicinanza del capoluogo regionale, che d'altro canto assorbe la manodopera in eccesso contribuendo a dare soluzione al problema occupazionale.

 

Relazioni

I rapporti con i centri vicini sono dettati principalmente dalla dipendenza economica e dalla necessità di cercare altrove occasioni di svago; proprio la vicinanza di Campobasso, tuttavia, se da un lato ha condizionato lo sviluppo economico in alcuni settori, dall'altro può favorire la riscoperta di stili di vita meno convulsi e più sani nei piccoli comuni del circondario.

Le risorse ambientali di questo comune sono del resto già apprezzate dagli amanti della pesca e delle escursioni in campagna, richiamati anche dagli appuntamenti tradizionali, come la fiera di merci e bestiame che si tiene in occasione della festa patronale.

Il Patrono è S.

Giorgio e si festeggia il 23 aprile con i tradizionali falò.

Carto-Guida Parchi, Mare e Montagna
Attrattive Naturali, Boschi, Monti, Oasi, Parchi, Riserve, Fiumi, Laghi, Itinerari Naturalistici, Mare, Stazioni Sciistiche

Carto-Guida Cultura e Arte
Siti Archeologici, Castelli, Torri, Palazzi, Borghi, Musei, Monumenti, Chiese, Abbazie, Cattedrali

Carta Turistica
Cartina Turistica del Molise