Riservata

Comune di: Montelongo (CB)

  • Indirizzo: Corso Umberto I 1
  • C.A.P.: 86040
  • Prefisso telefonico: 0874
  • Telefono:
  • E.mail: segretario@comune.montelongo.cb.it
  • Pec: comune.montelongocb@legalmail.it
  • Internet: www.comune.montelongo.cb.it
  • Nome Abbitanti: montelonghesi
  • Santo Patrono: San Rocco - 16 agosto
  • Primo Cittadino: Sindaco Nicolino Macchiagodena
  • 41.736388888, lng: 14.950277777
  • Superficie: 12.76 Kmq
  • Altitudine s.l.m.: 591 mt
  • Abitanti: 384
  • Densità: 30.094,04 ab./Kmq
  • Codice ISTAT: 070044
  • Codice catasto: F548
  • Comune Montano: Non montano
  • Sole Sorge : 05:26:36
  • Sole Tramonta : 20:38:56
  • Distanza da

Descrizione

Comune agricolo collinare di origine medievale.

La comunità dei montelonghesi, caratterizzata da un indice di vecchiaia particolarmente alto, è concentrata nell'unico centro abitato, situato su un colle e degradante dolcemente verso la pianura verdeggiante.

Il centro storico mantiene la struttura urbanistica dei centri medievali: è infatti caratterizzato da abitazioni in pietra, vecchie ma in buono stato di conservazione generale, strette le une alle altre; la zona di nuova espansione è invece costituita da case più moderne e anche coloniche.

Il profilo del territorio, vario e ondulato, non presenta rilievi dalle quote significative: i colli si alternano alle vallate che sfociano nella pianura bagnata dal torrente Tona.

Il paesaggio, circondato da colline, è ampio e aperto verso la valle; all'orizzonte si stagliano i monti di Rotello.

Il clima è quello tipico delle zone collinari, con inverni miti ed estati temperate.

Lo stemma racchiude una cima sovrastata da una stella; lo scudo è trapasssato da una freccia con la punta rivolta a nord.

 

Localizzazione

Situata su un colle alla destra del torrente Tona, affluente del Fortore, fra i confini dei comuni di Rotello, Santa Croce di Magliano, Montorio nei Frentani, e Bonefro, è raggiungibile per mezzo delle strade provinciali che collegano le statali 87 Sannitica e 376 dei Tre Titoli; il primo importante asse viario, rappresentato dalla statale 647 Fondo valle del Biferno, corre a 25 km di distanza.

Il casello di Termoli-Molise, a 39 km, immette nell'A14 Adriatica; non direttamente servita dai collegamenti ferroviari, utilizza la stazione più vicina, lungo la linea Campobasso-Termoli, a 16 km di distanza.

L'aeroporto più vicino dista 144 km ma a 216 km le strutture dello scalo di Napoli/Capodichino garantiscono migliori collegamenti nazionali ed internazionali; l'aeroporto "L.

da Vinci" di Roma/Fiumicino, distante 316 km, permette di effettuare voli intercontinentali diretti.

Il traffico marittimo, fa capo allo scalo mercantile, a 147 km, o a quello più attrezzato, posto a 221 km.

Fa parte della Comunità montana "Cigno-Valle del Biferno".

Per le strutture burocratico-amministrative e per l'istruzione secondaria gravita verso Larino, Campobasso e Termoli.

 

Storia

L'esistenza del centro è attestata per la prima volta nel 1181, in un atto di Papa Lucio III.

Per un lungo periodo le uniche notizie disponibili si riferiscono al capitano di ventura Landolfo da Montelongo, che combatté al servizio del principe normanno Tancredi nella lotta contro gli svevi.

Fu inclusa dal 1561 nella Capitanata e dal 1605 al 1806 seguì le stesse sorti del feudo di Montorio nei Frentani; nel 1807 fu assegnata al distretto (ora circondario) di Larino e quattro anni più tardi entrò a far parte della provincia di Molise, assegnata al governo di Santa Croce di Magliano.

La chiesa parrocchiale di Santa Maria ad Nives rappresenta l'unico monumento di rilievo che conservi tracce di un passato in gran parte sconosciuto e privo di episodi di valore storico oggettivo.

Ha conosciuto fasi alterne nell'evoluzione demografica fino all'inizio del secolo: l'affermarsi di un marcato e costante decremento risale al 1911, anno in cui contava 1534 abitanti.

 

Economia

La comunità, una delle più piccole dell'intera provincia, dispone di un sistema di uffici e servizi pubblici adeguato alle sue dimensioni e dunque assai semplificato: gli uffici municipali ordinari, l'ufficio postale ed una vivace Pro Loco impegnata nel mantenimento delle tradizioni e nella promozione della cultura locale.

Le strutture scolastiche disponibili in loco consentono unicamente la frequenza delle classi dell'istruzione primaria, il che costringe gli studenti ad un precoce pendolarismo; soddisfacente il servizio sanitario, che mette a disposizione la farmacia ed il presidio sanitario di base.

Gli impianti sportivi comprendono un campo da calcio ed una palestra polivalente; del tutto assenti invece le strutture ricettive.

La popolazione conduce una vita piuttosto appartata, poco aperta al nuovo e legata alle tradizioni.

Le attività economiche fanno affidamento quasi esclusivamente sull'agricoltura, anch'essa condotta con tecniche tradizionali: si coltivano cereali, vite ed olivo e si producono olio e vino.

L'industria è praticamente assente ed il terziario consiste nella rete commerciale, dimensionata secondo le esigenze della comunità.

La popolazione attiva che non trova impiego nelle attività locali si sposta verso i centri maggiori, in primo luogo Larino e Termoli, in cerca di occupazione.

 

Relazioni

I rapporti di dipendenza socio-economica determinano flussi centrifughi verso i servizi e le strutture produttive degli altri comuni; il paese diventa invece a sua volta polo di attrazione per un turismo, occasionalmente anche piuttosto consistente, di tipo venatorio (si pesca nel torrente Tona) o culturale.

Le manifestazioni sono infatti numerose ed interessanti: in maggio ha luogo la suggestiva processione del SS.

Legno della Croce; in giugno la processione di Sant'Antonio di Padova.

Gli appuntamenti che richiamano il maggior numero di visitatori sono senz'altro la Sagra del prosciutto, in settembre, e la festa patronale.

Il Patrono, S.

Rocco, si festeggia il 16 agosto; per l'occasione si svolge il Palio delle contrade.

Carto-Guida Parchi, Mare e Montagna
Attrattive Naturali, Boschi, Monti, Oasi, Parchi, Riserve, Fiumi, Laghi, Itinerari Naturalistici, Mare, Stazioni Sciistiche

Carto-Guida Cultura e Arte
Siti Archeologici, Castelli, Torri, Palazzi, Borghi, Musei, Monumenti, Chiese, Abbazie, Cattedrali

Carta Turistica
Cartina Turistica del Molise