Riservata

Comune di: Busso (CB)

  • Indirizzo: Via A. Manzoni 5
  • C.A.P.: 86010
  • Prefisso telefonico: 0874
  • Telefono:
  • E.mail: comunedibusso@interfree.it
  • Pec: comune.bussocb@legalmail.it
  • Internet: www.comune.busso.cb.it
  • Nome Abbitanti: bussesi
  • Santo Patrono: San Lorenzo - 10 agosto
  • Primo Cittadino: Sindaco Angelo Colaneri
  • 41.556111111, lng: 14.558888888
  • Superficie: 23.81 Kmq
  • Altitudine s.l.m.: 756 mt
  • Abitanti: 1.367
  • Densità: 57,41 ab./Kmq
  • Codice ISTAT: 070005
  • Codice catasto: B295
  • Comune Montano: Totalmente montano
  • Sole Sorge : 07:20:07
  • Sole Tramonta : 18:12:47
  • Distanza da

Descrizione

Comune agricolo montano di origine medievale.

I bussesi, caratterizati da un indice di vecchiaia elevato, sono concentrati nel capoluogo comunale e nel nucleo abitato di Calcarella.

Il centro storico è arroccato su un colle con le case strette intorno alla chiesa e conserva le caratteristiche architettoniche originali: vie strette e tortuose, abitazioni non troppo alte e quasi esclusivamente unifamiliari.

A causa dell'espansione edilizia, tuttavia, il tessuto urbanistico si è esteso verso la pianura ricca di olivi degradando dolcemente e inserendo le moderne abitazioni tra la coltivazione a terrazze attraversata da una strada tortuosa che raggiunge il centro storico.

Il profilo del territorio è vario e ondulato ma mai aspro: alla pianura si alterna qualche vetta notevole, tra cui il Cesa Longa (m 927), per finire con la visuale del Matese che delimita l'orizzonte.

Il clima è quello proprio di zona montana: inverni freddi, estati temperate.

Sullo stemma è raffigurato un uomo appoggiato ad un albero.

 

Localizzazione

E' situata tra Campobasso, Baranello e Vinchiaturo, alla destra dell'alto corso del fiume Biferno.

Si raggiunge facilmente attraverso la strada statale 647 Fondo valle del Biferno che corre a circa 3 chilometri di distanza; all'Autostrada del Sole A1 si accede dai caselli di San Vittore, verso nord, a 79 chilometri, e di Caianello, verso sud, a 85 chilometri.

Non è raggiungibile in treno; la stazione ferroviaria più vicina, snodo delle linee Campobasso-Vairano, Campobasso-Termoli e Campobasso-Benevento, dista 14 km.

L'aeroporto più vicino è a 145 km (ma si utilizza anche lo scalo intercontinentale "L.

da Vinci" di Roma/Fiumicino, a 245 Km); il porto mercantile dista 150 km.

Appartiene alla comunità montana " Molise Centrale".

Gravita verso Campobasso ma a sua volta è centro di gravitazione per motivi di lavoro.

 

Storia

Il territorio è stato sede di un importante insediamento sannitico, che taluni identificano nella celebre città di Aquilonia presso la quale si svolse una delle ultime battaglie tra i sanniti e i romani, nel 293 a.

C.

Si presume che il suo nome derivi da "Bussus", cioè bosco, ma l'etimologia non è certa.

Al tempo dei normanni fu feudo dei Conti di Molise ma dal secolo XIV in poi passò a diverse famiglie feudali o per eredità o per vendita.

Prima di queste fu la famiglia D'Alife e ultima la famiglia Giordano che la tenne fino alla fine del feudalesimo; da tempi antichissimi appartiene alla diocesi di Boiano.

Nel 1805 fu colpita da un terribile terremoto che causò gravi danni; nel novembre del 1897 vi fu inaugurata la conduttura di acqua potabile.

Meritano una visita la chiesa di Santa Maria del Carmine e la chiesa di San Lorenzo, il palazzo ducale ma soprattutto l'area degli scavi archeologici di Monte Vairano con i resti della città sannita.

 

Economia

A caratterizzare la struttura interna del comune è soprattutto un centro che esegue rilievi aerofotografici; per il resto la mappa degli uffici e servizi pubblici comprende quanto ci si attende da un comune di queste dimensioni: vi sono, oltre ai consueti uffici comunali e postali, le strutture scolastiche che permettono di frequentare soltanto la scuola dell'obbligo; mancano occasioni di arricchimento e promozione culturale offerte da servizi di biblioteca, teatri o cinema.

Il servizio sanitario offre una farmacia ed il centro di recupero psichiatrico; poco rilevanti le strutture a disposizione per il tempo libero e per lo sport, così come gli esercizi per il ristoro e la rete commerciale a disposizione dei consumatori.

Assenti le strutture ricettive.

Zootecnia ed agricoltura costituiscono ancora elementi di rilievo nel panorama dell'economia locale; si coltivano ortaggi ed olivo e si trasformano i prodotti nei frantoi e nelle aziende dell'industria alimentare che di recente hanno affiancato le imprese operanti nel campo dell'edilizia.

La ritrovata vivacità imprenditoriale, particolarmente apprezzata soprattutto dalle fasce più giovani della popolazione, fa da contrasto al tipo di vita, generalmente tranquillo e legato alle tradizioni, che caratterizza da sempre il comune.

 

Relazioni

Come in molti altri comuni della regione, la principale attrattiva è rappresentata dall'ambiente naturale integro, sano e piacevole, che offre occasioni di relax agli occasionali visitatori.

Il periodo di maggiore vivacità è quello estivo, grazie anche al ritorno di emigrati che rientrano al paese per trascorrervi le ferie, ma anche il folclore contribuisce a ravvivare l'atmosfera: il presepe vivente, la sfilata dei carri e il gioco della pignata (una versione della celebre "pentolaccia") a carnevale e le rappresentazioni sceniche, dal curioso nome di "sega la vecchia", che caratterizzano il periodo di quaresima, rappresentano un'occasione di svago collettivo indubbiamente stimolante.

Il parco archeologico di Monte Vairano costituisce un elemento di sicuro richiamo per gli appassionati di storia ed archeologia che possono ammirare le porte di accesso della città antica ed i resti di alcune costruzioni riportati alla luce dagli scavi.

La festa del Patrono S.

Lorenzo ricorre il 10 agosto e viene celebrata con due giorni di festeggiamenti.

Carto-Guida Parchi, Mare e Montagna
Attrattive Naturali, Boschi, Monti, Oasi, Parchi, Riserve, Fiumi, Laghi, Itinerari Naturalistici, Mare, Stazioni Sciistiche

Carto-Guida Cultura e Arte
Siti Archeologici, Castelli, Torri, Palazzi, Borghi, Musei, Monumenti, Chiese, Abbazie, Cattedrali

Carta Turistica
Cartina Turistica del Molise