Riservata

Comune di: San Felice del Molise (CB)

  • Indirizzo: Via Roma 42
  • C.A.P.: 86030
  • Prefisso telefonico: 0874
  • Telefono:
  • E.mail: sfelice@tin.it
  • Pec: comune.sanfelicedelmolisecb@legalmail.it
  • Internet: www.comune.sanfelicedelmolise.cb.it
  • Nome Abbitanti: sanfeliciani
  • Santo Patrono: San Felice Martire - 30 agosto
  • Primo Cittadino: Sindaco Corrado Zara
  • 41.890277777, lng: 14.700555555
  • Superficie: 24.37 Kmq
  • Altitudine s.l.m.: 548 mt
  • Abitanti: 694
  • Densità: 28.477,64 ab./Kmq
  • Codice ISTAT: 070064
  • Codice catasto: H833
  • Comune Montano: Totalmente montano
  • Sole Sorge : 05:27:03
  • Sole Tramonta : 20:40:28
  • Distanza da

Descrizione

Comune agricolo collinare di origine medievale.

I sanfeliciani, di origine slava, caratterizzati da un indice di vecchiaia particolarmente alto, abitano nel capoluogo comunale e nelle località di Bufalara, Castellelce e Montagna;  Campolungo è un territorio in contestazione con il comune di Tavenna.

L'abitato, posto in collina al centro del territorio comunale, è caratterizzato dal centro storico e dalla zona di nuova espansione che si estende lungo la strada principale.

Il territorio, dal profilo vario e ondulato, non raggiunge mai quote rilevanti, è ricco di querceti ed offre un panorama interessante e suggestivo.

Il clima rispecchia le caratteristiche delle zone collinari.

Lo stemma d'oro, concesso con Decreto del Presidente della Repubblica, raffigura S.

Felice con la croce patriarcale.

 

Localizzazione

Il comune si trova sul versante destro della bassa valle del fiume Trigno, tra i territori dei comuni di Montemitro, Acquaviva Collecroce, Tavenna, Castelmauro, Montefalcone nel Sannio e Mafalda.

La viabilità provinciale lo unisce al tracciato della statale 650 Fondo valle Trigno, che corre a circa otto chilometri dall'abitato.

Il casello di Vasto sud, a 26 km, immette nella A14 Adriatica; non direttamente servita dai collegamenti ferroviari, ha la stazione di Montenero-Petacciato a 33 km, lungo la linea Bologna-Bari.

L'aeroporto più vicino dista 109 km, ma a 173 km lo scalo di Napoli/Capodichino offre una più ampia scelta di collegamenti nazionali ed internazionali; l'aeroporto "L.

da Vinci" di Roma/Fiumicino, dal quale si possono effettuare voli intercontinentali diretti, dista 273 km.

Il traffico marittimo trova il porto più vicino a 112 km, ma fa capo anche al più attrezzato scalo mercantile, a 178.

Fa parte della Comunità montana "Monte Mauro".

Per le strutture sovracomunali e per l'istruzione di secondo grado gravita verso Termoli e Campobasso.

 

Storia

Non si conosce con precisione l'epoca della sua fondazione: si presume che nei secoli X e XI sia stata feudo dell'Abbazia di Montecassino.

Dal XII al XIV secolo appartenne ai Monticello, ai Di Somma e ai Della Posta; questi ultimi, nella lotta tra durazzeschi e angioini, caddero in disgrazia e furono privati del feudo che, per alcuni anni, rimase al demanio.

Nel 1417 venne incorporata nella giurisdizione di Larino e proprio i Pappacoda di Larino, dopo l'epidemia di peste che aveva decimato la popolazione del contado nel 1495, decisero nel 1518 di inviare una colonia di slavi che popolò l'area intorno ad una chiesa dedicata a S.

Felice.

Nel 1683 il feudo, acquistato dai Coppola, uscì dall'orbita di Larino.

Gli slavi nel corso dei secoli sono rimasti legati all'idioma, agli usi e ai costumi propri; ancora oggi conservano il carattere tradizionale dei loro antenati, rispettosi della legge al punto che nel periodo dal 1861 al 1864 tra essi non figuravano renitenti alla leva, mentre nel resto del contado di Molise il fenomeno era assai rilevante.

Il comune aveva giurisdizione anche su Montemitro che fu dichiarata comune autonomo nel 1901.

In origine era aggiunto al toponimo l'aggettivo "slavo" che nel 1929 fu cambiato con l'espressione "del Molise".

Fanno parte del patrimonio storico e architettonico l'antica chiesa parrocchiale di Santa Maria di Costantinopoli e la chiesa di S.

Felice, situata poco lontano dall'abitato; in località Castellelce sono stati riportati alla luce i resti di un antico acquedotto e di una necropoli.

Nel periodo a cavallo tra le due guerre mondiali si è registrata una consistente immigrazione dall'Abruzzo.

 

Economia

Il comune ospita un sistema di uffici e servizi pubblici discretamente articolato.

Le strutture scolastiche permettono di frequentare le classi dell'obbligo mentre il servizio sanitario comprende una farmacia e l'ambulatorio comunale; si segnala la presenza di una casa di riposo per anziani.

Gli impianti sportivi non sono altrettanto completi: si limitano infatti al campo di calcio e a quelli da bocce; praticamente del tutto assenti le strutture ricettive, con il bar a fungere anche da luogo di ritrovo.

C'è la Pro Loco.

La popolazione conduce tuttavia una vita in sostanziale equilibrio tra passato e futuro, abbastanza aperta al nuovo ma anche legata alla tradizione.

L'unica fonte di reddito è rappresentata dall'agricoltura e dalla zootecnia (si allevano soprattutto cavalli, attività tradizionale delle popolazioni slave); non c'è stato sviluppo industriale negli altri settori ed il terziario consiste essenzialmente nella rete distributiva, non particolarmente ricca ed estesa ma sufficiente a soddisfare le esigenze della comunità.

   

Relazioni

Il comune è meta di un turismo venatorio attratto anche dal fiume Trigno.

Gli amanti del folclore possono trovare spunti interessanti nelle manifestazioni tradizionali, dai falò di capodanno alla festa di S.

Giuseppe, con la distribuzione di pizza condita con sarde, cipolle e uvetta; resiste la tradizione dei falò che accompagnano i riti pasquali, così come quella della festa del ringraziamento, in dicembre, che consiste nella donazione alla Chiesa di canestri di uva benedetti.

Il Patrono, S.

Felice, si festeggia il 30 agosto con una fiera di merci varie e la processione del Santo; le reliquie vengono invece portate in processione ogni 25 anni.

Carto-Guida Parchi, Mare e Montagna
Attrattive Naturali, Boschi, Monti, Oasi, Parchi, Riserve, Fiumi, Laghi, Itinerari Naturalistici, Mare, Stazioni Sciistiche

Carto-Guida Cultura e Arte
Siti Archeologici, Castelli, Torri, Palazzi, Borghi, Musei, Monumenti, Chiese, Abbazie, Cattedrali

Carta Turistica
Cartina Turistica del Molise