Riservata

Comune di: San Polo Matese (CB)

  • Indirizzo: Via Roma 6
  • C.A.P.: 86020
  • Prefisso telefonico: 0874
  • Telefono:
  • E.mail: sanpolomatese@tiscalinet.it
  • Pec: comune.sanpolomatesecb@legalmail.it
  • Internet: www.sanpolomatese.eu
  • Nome Abbitanti: sampolesi
  • Santo Patrono: San Nicola di Bari - 6 dicembre
  • Primo Cittadino: Sindaco Armandino D'Egidio
  • 41.459166666, lng: 14.493888888
  • Superficie: 15.28 Kmq
  • Altitudine s.l.m.: 730 mt
  • Abitanti: 458
  • Densità: 29.973,82 ab./Kmq
  • Codice ISTAT: 070071
  • Codice catasto: I122
  • Comune Montano: Totalmente montano
  • Sole Sorge : 07:20:15
  • Sole Tramonta : 18:13:10
  • Distanza da

Descrizione

Piccola comunità agricola montana di origine medievale.

I sampolesi, caratterizzati da un indice di vecchiaia nella media, abitano il capoluogo comunale e poche località minori.

Il centro abitato, arroccato su un colle, domina la pianura sottostante verso la quale si espande, degradando dolcemente.

Nel centro storico, che ha mantenuto l'impianto urbanistico medievale, le abitazioni sono più vecchie ma in buono stato di conservazione.

Il territorio, aspro, fa parte del Massiccio del Matese che si profila all'orizzonte dominando il paesaggio e conferendogli caratteristiche alpestri.

Il clima, che presenta i caratteri tipici delle zone montane, è caratterizzato da inverni rigidi ed estati fresche.

Nello stemma, concesso con Decreto del Presidente della Repubblica, S.

Paolo tiene una spada nella mano destra ed un libro nella sinistra.

 

Localizzazione

Sorge sul versante settentrionale della catena dei Monti del Matese.

La viabilità secondaria la unisce al tracciato della strada statale 17 Appulo-Sannitica, dalla quale dista meno di tre chilometri.

I caselli di San Vittore, a 71 km, e Caianello, a 77 km, immettono nell'Autostrada del Sole A1 rispettivamente verso nord e verso sud; è servita dalla linea ferroviaria Campobasso-Termoli con la stazione posta a 4 km dall'abitato.

L'aeroporto di riferimento dista 137 km, mentre a 237 km c'è lo scalo "L.

da Vinci" di Roma/Fiumicino che consente di effettuare voli intercontinentali diretti.

Il traffico marittimo fa capo al porto mercantile posto a 142 km.

Fa parte della Comunità montana "Matese".

Per le strutture sovracomunali e per il completamento dell'istruzione obbligatoria gravita verso Campobasso e Boiano.

   

Storia

Sebbene ricerche archeologiche abbiano stabilito con sufficiente sicurezza la presenza umana in età sannitica, la comunità attuale sorse intorno ad una chiesa, in questo caso intitolata a S.

Paolo, come molti altri comuni molisani.

Nel 1864 ebbe l'autorizzazione ad aggiungere al toponimo l'aggettivo Matese per distinguersi da altri centri omonimi.

Le notizie storiche più antiche risalgono al 1080, anno in cui il conte di Boiano (e di Molise) assegnò il feudo alla neoedificata cattedrale di Boiano.

Fu quindi un feudo ecclesiastico per sette secoli, fino al 1785.

All'avvento della monarchia aragonese, Francesco Pandone usurpò il feudo ed ottenne poi la sanatoria da Alfonso I d'Aragona con l'obbligo di un canone alla Chiesa; il vescovo dell'epoca ed i suoi successori conservarono quindi i diritti dominicali sul feudo.

Nel 1805 fu colpita da un violento terremoto che fece numerose vittime: nella sola chiesa parrocchiale il sisma uccise 136 persone.

Spiccano nel patrimonio architettonico la parrocchiale di S.

Pietro in Vincoli, posta nel punto più alto dell'abitato, l'antichissima chiesa di S.

Nicola di Bari e la torre dell'antico castello, ormai scomparso.

     

Economia

Il sistema degli uffici e servizi pubblici del comune appare particolarmente semplificato: vi si trovano infatti soltanto gli uffici municipali ordinari e l'ufficio postale; manca la stazione dei carabinieri, e ciò fa del sindaco l'unica autorità di pubblica sicurezza.

Nelle strutture scolastiche presenti in loco si impartisce soltanto l'istruzione primaria e questa carenza abitua presto gli abitanti a rivolgersi ai centri vicini per una nutrita serie di incombenze.

Non si registra la presenza di strutture dedicate alla promozione della cultura né di impianti sportivi di rilievo; esistono invece esercizi di ristorazione mentre mancano strutture ricettive che permettano il soggiorno agli eventuali visitatori.

In complesso la comunità conduce una vita calma e legata alla tradizione; nel quadro delle attività economiche sopravvive l'agricoltura, insieme alle attività ad essa collegate: si allevano bovini e pollame in aziende agricole di dimensioni normalmente modeste, spesso a conduzione familiare ed impegnate nella trasformazione alimentare con produzione di latticini.

Nel campo industriale si può registrare un modesto sviluppo che ha interessato i settori dell'edilizia, dei materiali da costruzione e degli imballaggi.

Il terziario invece appare costituito dalla rete commerciale, di modeste dimensioni ma sufficiente per le esigenze della comunità.

Il dato relativo ai depositi bancari resta inferiore alla media nazionale e ciò dissuade gli istituti di credito dall'aprire sportelli bancari nel comune.

 

Relazioni

Il comune non si caratterizza come meta turistica, sebbene quasi tutti i centri matesini vantino attrattive paesaggistiche di indiscutibile pregio e risorse ambientali in grado di interessare chiunque.

Sono pertanto i rapporti di ordine socio-economico a condizionare le relazioni con i centri vicini, determinando purtroppo per la piccola comunità uno stato di dipendenza.

Le cose cambiano in occasione delle manifestazioni tradizionali, quando la piccola comunità diventa così protagonista, offrendo la suggestività del proprio folclore e le radici antiche della propria cultura popolare.

Il periodo di maggiore vivacità per il comune è l'inverno, con la festa patronale ma soprattutto con il presepe permanente allestito nel centro abitato e con il presepe vivente che attira un discreto pubblico nei giorni immediatamente successivi al Natale.

Il Patrono, S.

Nicola di Bari, si festeggia il 6 dicembre.

Carto-Guida Parchi, Mare e Montagna
Attrattive Naturali, Boschi, Monti, Oasi, Parchi, Riserve, Fiumi, Laghi, Itinerari Naturalistici, Mare, Stazioni Sciistiche

Carto-Guida Cultura e Arte
Siti Archeologici, Castelli, Torri, Palazzi, Borghi, Musei, Monumenti, Chiese, Abbazie, Cattedrali

Carta Turistica
Cartina Turistica del Molise