Riservata

Comune di: Castelpetroso (IS)

  • Indirizzo: Via San Rocco 2
  • C.A.P.: 86090
  • Prefisso telefonico: 0865
  • Telefono: 0865 937138
  • E.mail: urp@comune.castelpetroso.is.it
  • Pec: anagrafecastelpetroso@pec.leonet.it
  • Internet: www.comune.castelpetroso.is.it
  • Nome Abbitanti: castellani
  • Santo Patrono: San Martino - 11 novembre
  • Primo Cittadino: Sindaco Fabio D'Uva
  • 41.558611111, lng: 14.345555555
  • Superficie: 22.71 Kmq
  • Altitudine s.l.m.: 872 mt
  • Abitanti: 1.662
  • Densità: 73,18 ab./Kmq
  • Codice ISTAT: 094010
  • Codice catasto: C246
  • Comune Montano: Totalmente montano
  • Sole Sorge : 07:20:59
  • Sole Tramonta : 18:13:38
  • Distanza da

Descrizione

Comune montano di antica origine, dal tessuto economico agricolo e industriale di modeste dimensioni.

I castellani presentano un indice di vecchiaia nella media, dato in controtendenza rispetto alla stragrande maggioranza dei comuni della zona, ed abitano inoltre le località  di Guasto, Indiprete, Pastena, Camere (nucleo speciale dell'Orfanotrofio) e Paduli.

Il profilo geometrico del territorio si presenta irregolare, con il paesaggio alto-collinare costituito da rilievi coperti di bosco ceduo alternati a prati di modesta estensione, adatti al pascolo.

Il capoluogo comunale sorge su un colle lungo lo spartiacque tra il Mare Tirreno, con il bacino del Volturno a nord-ovest, e l'Adriatico, con il bacino del Biferno a sud-est.

Il massiccio del Matese, a sud, si staglia contro l'orizzonte.

Lo stemma raffigura tre torri, simbolo delle antiche porte di accesso all'abitato.

 

Localizzazione

Il territorio è attraversato dalla statale 17 Appulo-Sannitica, che rappresenta il principale asse di collegamento tra le due province molisane, ed occupa una posizione di valico sui rilievi che dividono la piana di Pettoranello di Molise da quella di Boiano.

La viabilità provinciale collega il centro al tracciato della statale 17, a Carpinone e a Macchiagodena; all'Autostrada del Sole A1 si accede dai caselli di San Vittore (verso Roma) a 55 km e Caianello (per Napoli) a 61.

Non servita direttamente dalla rete ferroviaria, ha la stazione più vicina a 5 km, sulle linee Campobasso-Vairano e Carpinone-Sulmona, e vanta un buon servizio di autolinee; il porto e l'aeroporto di riferimento distano rispettivamente 126 e 121 km ma per il traffico aereo è utilizzato anche lo scalo intercontinentale di Roma/Fiumicino, a 221 km, mentre i traffici marittimi interessano anche il porto turistico di Termoli, a 99 km.

La qualità dei collegamenti con le principali direttrici di traffico è più che sufficiente grazie alla buona percorribilità della statale 17, solo occasionalmente ostacolata, proprio nell'attraversamento di questo comune, dalle precipitazioni nevose e dal ghiaccio negli inverni più rigidi.

Per il commercio, i servizi, il lavoro e tutte le esigenze che non possono essere soddisfatte sul posto la popolazione fa riferimento ad Isernia.

 

Storia

Le origini dell'insediamento risalgono probabilmente all'età longobarda, ma solo in epoca angioina i documenti attribuiscono Castrum Petrosum ai possedimenti della famiglia d'Alneto.

Si sa poi che fra il Tre e il Seicento conobbe la signoria dei conti di Isernia, dei Pandone di Venafro, degli Storrente di Gaeta, dei Caracciolo, dei Paolucci e dei Rossi, già noti come de Rubeis, che vi dominarono fino all'eversione della feudalità.

All'inizio del secolo scorso fu capoluogo di governo, ma perse otto anni più tardi tale blasone a vantaggio di Carpinone, nel cui circondario fu inserito insieme a Pesche, Pettoranello di Molise e Sessano del Molise.

L'opera architettonica di maggior rilievo è senza dubbio l'imponente Santuario dell'Addolorata che sul pianoro di valico, a brevissima distanza dal tracciato della statale 17, si staglia contro la montagna con i suoi marmi chiari e le vistose cupole; quale testimonianza storica rivestono interesse anche alcune delle costruzioni più antiche del centro storico.

 

Economia

Isernia si raggiunge in auto in meno di un quarto d'ora: ne risente la struttura dei servizi che manca di alcune voci importanti.

Ai normali servizi comunali si aggiunge quello postale, garantito anche nelle frazioni con appositi uffici distaccati.

Le strutture scolastiche consentono la frequenza di tutte le classi della scuola dell'obbligo; per gli istituti di istruzione secondaria di secondo grado ci si rivolge ad Isernia.

Nella frazione di Guasto si trovano anche alcuni impianti sportivi; mancano invece particolari strutture dedicate alla diffusione della cultura e strutture per il tempo libero: non ci sono biblioteche, musei, cinema o teatri ma la cittadinanza dimostra comunque una certa vivacità se si considera la presenza di un'associazione di volontari del sangue.

Il soggiorno è possibile in moderne strutture ricettive (di costruzione successiva al censimento del 1991).

L'economia locale riserva ancora un ruolo importante all'agricoltura e alla pastorizia che con gli allevamenti bovini dà vita anche ad una produzione casearia apprezzata; l'industria è presente soprattutto nel campo dell'edilizia e della piccola manifattura ma non assorbe tutta la manodopera locale, che si rivolge alle aree industrializzate di Boiano, Isernia e Pettoranello di Molise.

Lungo la statale vi sono alcune avviate officine meccaniche per la riparazione di autoveicoli e macchine agricole e non manca l'artigianato, con imprese specializzate nella lavorazione del legno, tra cui anche un laboratorio per il restauro di mobili d'epoca.

 

Relazioni

Il Santuario dell'Addolorata, importante richiamo per il turismo a carattere religioso, non manca di esercitare un certo fascino anche sui passanti più frettolosi.

La comunità vive abbastanza appartata, mantenendo comunque un legame forte soprattutto con il capoluogo di provincia a causa delle intense relazioni economiche che a questo la legano.

Meta, inoltre, di un modesto turismo venatorio, il centro non presenta altre attrattive di richiamo e resta un po' ai margini dei circuiti principali.

La festa del Patrono, S.

Martino, si celebra l'11 novembre.

Carto-Guida Parchi, Mare e Montagna
Attrattive Naturali, Boschi, Monti, Oasi, Parchi, Riserve, Fiumi, Laghi, Itinerari Naturalistici, Mare, Stazioni Sciistiche

Carto-Guida Cultura e Arte
Siti Archeologici, Castelli, Torri, Palazzi, Borghi, Musei, Monumenti, Chiese, Abbazie, Cattedrali

Carta Turistica
Cartina Turistica del Molise