Sono sempre più numerosi i casi di diabete di tipo 2 e questo è certamente determinato dalle cattive abitudini, soprattutto alimentari. Una dieta eccessivamente carica di zuccheri, infatti, crea o contribuisce a creare le condizioni per l’esplosione della malattia. Ma quali sono i sintomi del diabete e come scoprirlo in tempo?

Image placeholder

blog molisetour.it I primi segnali: Minzione più frequente, soprattutto di notte Se ti svegli più volte durante la notte per fare pipì quando in precedenza non era mai successo, dovresti insospettirti. Quando il livello di zucchero nel sangue è elevato, infatti, l'organismo lo elimina attraverso le urine. Sete Anche la sete può essere un campanello d'allarme, soprattutto se non sudi per l'eccessivo caldo o per un allenamento particolarmente intenso. Con una maggiore eliminazione dei liquidi, infatti, ci si disidrata e quindi si ci si sente costantemente assetati. Perdita di peso improvvisa In carenza o in assenza di insulina, le cellule non sono in grado di utilizzare gli zuccheri nel sangue come fonte di energia per svolgere le varie attività. L'organismo quindi utilizza altri fonti energetiche, come i depositi di grasso e, nei casi più gravi anche il tessuto muscolare. Da ciò dipende il dimagrimento. blog molisetour.it Infezioni genitali o urinarie Funghi e batteri proliferano in ambienti molto ricchi di zucchero. Il diabete, inoltre, indebolisce le difese immunitarie, quindi l'organismo diventa più esposto a infezioni di vario tipo. Fame Avere sempre fame può essere un sintomo del diabete. La malattia, infatti, impedisce all'organismo di trasformare gli zuccheri in energia. Per questo motivo ci si sente sempre affamati. blog molisetour.it In particolare, una sana alimentazione e la riduzione drastica del consumo di dolci, attività fisica costante e perdita di peso possono impedire l’insorgenza della patologia più grave. In alcuni casi si può ricorrere a metodi naturali o all’assunzione di farmaci, che però devono essere rigorosamente prescritti da un diabetologo o da un endocrinologo. Articolo e foto prese online


10/12/2019

Tiziana Foglio

1930

Facebook